Home
Moneta@Proprietà
Il signoraggio nasce con la nascita della moneta PDF Stampa E-mail
Scritto da Moneta@Proprietà   

di Antonio Tanza | 11 marzo 2012

Qualche anno fa ho conosciuto a Roma, in metropolitana, un signore distinto, professore all’Università di Teramo, che mi raccontò una storia: quell’incontro mi è servito a capire meglio il Risiko giocato dai banKster sulle nostre vite. La moneta, mi disse, è uno strumento “econometrico”, sostitutivo del rudimentale baratto, che serve per misurare il valore nelle transazioni commerciali.

 
Domande Frequenti PDF Stampa E-mail
Scritto da Vito Zuccato   


D1. Cos'è la moneta?

R1. La moneta è il bene necessario all'avvio della produzione di merci e all'acquisto di merci prodotte o producibili, in tutti i casi in cui risulta difficoltosa o impossibile la pratica del baratto, cioè quasi sempre.

D2. Chi la crea?

R2. Un tempo la moneta veniva coniata con metalli preziosi dalle casate nobiliari, mentre da qualche secolo sono prima le banche commerciali e poi le banche centrali a stamparla su carta o a scriverla su registri contabili cartacei o elettronici.

D3. Ma gli Stati moderni non battono moneta?

R3. Sì, di solito creano moneta metallica e cartacea per i tagli più piccoli, in piccole quantità rispetto al totale della massa monetaria emessa e a volte sotto controllo e per ordine delle banche centrali.

 
I 40 re dei mercati PDF Stampa E-mail
Scritto da Moneta@Proprietà   

dal sole24ore

di Morya Longo 18 marzo 2012

In manovra i 40 «re» dei mercati finanziari. BlackRock rivaluta l'Italia e acquista i BTp

BlackRock a giugno considerava l'Italia il quinto paese più rischioso al mondo, su una lista di 44 Stati. E lo scriveva nero su bianco. A dicembre, dopo il cambio di Governo, ha però cambiato idea: oggi addirittura sovrappesa, dunque acquista oltre le proporzioni normali, i titoli di Stato italiani. La notizia non sarebbe di grande rilievo, se BlackRock non fosse la società di fondi d'investimento più grande al mondo: ha in gestione 3.513 miliardi di dollari. Insomma: maneggia somme una volta e mezza più grandi del Pil italiano.

 
PDF Stampa E-mail
Scritto da Moneta@Proprietà   

IL MANIFESTO DELLA MONETA BENE COMUNE.

Moneta@Proprietà pubblica il manifesto della moneta come bene comune.

Un grazie particolare va a Nicolò Giuseppe Bellia e a Giacinto Auriti, per le loro rivoluzionarie idee sulla moneta.

 

MONETA BENE COMUNE

Il Manifesto

1. Premessa di principio generale: destinazione universale dei beni comuni

I beni comuni sono beni funzionali alla realizzazione dei diritti fondamentali dell'essere umano e al suo libero sviluppo in simbiosi con i suoi simili e con l'intero ecosistema.
L'accesso all'uso libero e rispettoso dei beni comuni è diritto e dovere universale dell'umanità.

2. Moneta bene comune

La moneta fa parte dei beni comuni dell'umanità. È il bene artificiale indispensabile per gli scambi efficienti di altri beni all'interno di comunità organizzate in modo complesso.
Ciascuna comunità, intesa come articolazione autodeterminata di persone fisiche libere e degne, ha pieno diritto all’autodeterminazione monetaria quale prima condizione per l'accesso ai propri diritti fondamentali e alla totalità dei beni comuni.

La moneta bene comune, sottoposta a un pieno controllo democratico all'interno di ciascuna comunità, incarnerà la reciprocità che dovrebbe regolare i rapporti
monetari fra comunità diverse.

 
Il Debito Pubblico: cos'è e perché non deve esistere PDF Stampa E-mail
Scritto da Vito Zuccato   

Il Debito Pubblico è la somma di tutte le passività finanziarie sostenute dalle Pubbliche Amministrazioni nei loro rapporti monetari intrattenuti con vari creditori e viene a questi ultimi rimborsato e remunerato in interessi alle scadenze pattuite tramite il prelievo fiscale, i tagli ai servizi pubblici, le privatizzazioni e il ricorso a nuovo indebitamento.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 4
Joomla templates by a4joomla